A CHI INTERESSA?

 

A tutti gli addetti che operano nel settore alimentare. 

Titolari collaboratori (anche familiari, stagionali e occasionali), soci, associati in partecipazione e dipendenti che svolgono attività di produzione, somministrazione preparazione, trasformazione, vendita e distribuzione di prodotti alimentari.

Gli obblighi formativi riguardano anche il personale non direttamente dipendente ma che viene reclutato per prestazioni occasionali, tramite aziende fornitrici di servizi o simili.

COSA PREVEDE LA NORMA?

 

La Legge ha abolito l'obbligo del libretto sanitario introducendo l'OBBLIGO DELLA FORMAZIONE.

Gli addetti di cui sopra sono tenuti a ricevere adeguata preparazione igenico-sanitaria prima dell'inizio dello svolgimento dell'attività lavorativa e ad esse aggiornati.

L'onere della formazione e dell'aggiornamento è a carico dei datori di lavoro.